L’Olio Santo

Video divulgativo dell’attività dell’Organizzazione dei Produttori Oleificio Sociale Cooperativo di Canino realizzato dagli stessi autori del documentario della FAO “il caso Canino” con sceneggiatura di Maarten Toest e fotografia di Giulio Napolitano.


Lotta guidata integrata ai parassiti dell’olivo

Si avvisano i sigg.ri soci che dal 3 luglio i tecnici sono a disposizione per ricevere ed analizzare i campioni di olive per il controllo guidato della mosca olearia.

Orario del laboratorio dal lunedi al venerdi  dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

Bollettino Fitosanitario n. 4 dal 1 giugno al 20 giugno 2017

PROGRAMMA SOSTEGNO SETTORE OLIO D’OLIVA ART.29
REG.(UE) 1308/2013 MISURA 2C
MIGLIORAMENTO DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’OLIVICOLTURA
CONTROLLI PER LA LOTTA INTEGRATA AI PARASSITI DELL’OLIVO
Programma finanziato con il contributo della Unione Europea e dell’Italia
Regg.(UE) 611-615/2014
Annualità 2016/2017

BOLLETTINO N.  VALIDO DAL 01/06/2017 – 20/06/2017

Concimazione: l’andamento climatico di questo periodo non sta ostacolando la fioritura. Pertanto, tenuto conto della siccità che si sta manifestando in questi giorni, coloro che ancora non hanno effettuato la concimazione azotata a base di nitrato di calce o di altro concime a pronto effetto, devono affrettarsi ad effettuare questa operazione colturale senza la necessità interrare il concime in quanto altamente solubile in acque e non evaporabile. Questo apporto nutritivo ha il compito di perfezionare il fiore e migliorare l’allegagione. Resta inteso che, in assenza di piogge, questo elemento nutritivo non potrà raggiungere gli apparati radicali ed essere assorbito dalla pianta.

Lavorazioni: negli oliveti inerbiti è indispensabile effettuare lo sfalcio lasciando le erbe sul posto ciò arricchirà il terreno di sostanza organica e creerà una pacciamatura naturale che ombreggerà il terreno sottostante riducendo la perdita di acqua per evaporazione.

Controllo dei parassiti: In questo periodo le piante di olivo si trovano nella fase della fioritura. Si consiglia di evitare interventi fitosanitari di ogni genere che possono danneggiare il fiore o bloccare la pianta. Si ricorda che il rame, specialmente a concentrazioni più elevate, ha un effetto ustionate per il fiore stesso.

La tignola dell’olivo è l’unico parassita presente sul campo. In questo periodo sta svolgendo la prima generazione antofaga che colpisce i fiori. Non si consigliano trattamenti di alcun genere, in quanto vietati sulle piante in fiore, stressanti e quindi riducenti l’allegagione  e con costo paragonato al beneficio derivante dalla morte di questo insetto irrilevante sia per la generazione corrente e sia per quella successiva.

Il tecnico

Dott. Agr. Amadei Pierluigi

Bollettino Fitosanitario n. 5 dal 16 giugno al 30 giugno 2016

PROGRAMMA SOSTEGNO SETTORE OLIO D’OLIVA ART.29
REG.(UE) 1308/2013 MISURA 2C
MIGLIORAMENTO DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’OLIVICOLTURA
CONTROLLI PER LA LOTTA INTEGRATA AI PARASSITI DELL’OLIVO
Programma finanziato con il contributo della Unione Europea e dell’Italia
Regg.(UE) 611-615/2014
Annualità 2015/2016

BOLLETTINO N. 5 VALIDO DAL 16/06/2016 – 30/06/2016

In questo periodo le piante di olivo sono nella fase di ingrossamento dei frutti si consiglia di evitare interventi agronomici che possano influenzare negativamente questa fase fenologica molto delicata.