Olio extravergine di Canino

Olio Extravergine di Canino

Area riservata ai Soci dell’Oleificio Sociale Cooperativo di Canino

In questa area del sito internet sono disponibili degli strumenti informativi e documenti in formato PDF, scaricabili liberamente nel proprio PC, messi a disposizione dei soli Soci dalla direzione dell’Oleificioclicca qua e acquistalo direttamente dal shop del nostro sito internet

Bollettino Fitosanitario n. 6 dal 01 luglio al 12 luglio 2017

PROGRAMMA SOSTEGNO SETTORE OLIO D’OLIVA ART.29
REG.(UE) 1308/2013 MISURA 2C
MIGLIORAMENTO DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’OLIVICOLTURA
CONTROLLI PER LA LOTTA INTEGRATA AI PARASSITI DELL’OLIVO
Programma finanziato con il contributo della Unione Europea e dell’Italia
Regg.(UE) 611-615/2014
Annualità 2017/2018

Lavorazioni: come già ribadito negli oliveti inerbiti, gli olivicoltori che non hanno ancora provveduto ad  effettuare lo sfalcio si consiglia questa pratica agronomica al fine di incrementare la sostanza organica del terreno ed in grado di produrre un effetto pacciamate che riduce al contempo la perdita di acqua per evaporazione.

Controllo dei parassiti: In questo periodo le piante di olivo si trovano nella fase della ingrossamento del frutto.

Poiché il nocciolo non si è ancora indurito non sussistono rischi di attacco della MOSCA.

La TIGNOLA dell’olivo in questo periodo sta svolgendo la seconda generazione antofaga che colpisce i frutticini appena formati.

Si ricorda che i trattamenti contro questo parassita sono poco efficaci. Infatti questa farfallina ovidepone le uova in un intervallo di tempo piuttosto lungo durante il quale l’utilizzo di prodotti citotropici come il dimetoato (principio attivo del rogor e di formulati similari) con il veloce ingrossamento del frutto si diluisce velocemente diventando efficace solo per pochi giorni.

Molto più efficace sono le condizioni di caldo che abbattono quasi completamente l’infestazione.

Pertanto i Tecnici dell’Oleificio sono a disposizione per effettuare i controlli dei campioni di olive per rilevare l’infestazione della tignola. Si consiglia di effettuare gli eventuali trattamenti solo in caso di elevata infestazione riscontrata dai Tecnici.

Il campionamento va eseguito in modo quasi identico a quello della mosca, prelevando 100 olive prese a caso su 10 piante di media produzione, ad altezza d’uomo, avendo però l’accortezza di strappare la drupa con il picciolo come nell’immagine sottostante.

Il tecnico

Dott. Agr. Amadei Pierluigi

Questo sito utilizza cookie Tecnici e di Terzi Parti per offrirti una migliore fruizione del nostro sito internet senza effettuare alcuna profilazione.
Per avere maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy, Cookie Policy o per accedere al nostro Centro Privacy clicca sui link sottostanti.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Usiamo WooCommerce come sistema di acquisto. Per il carrello e l'elaborazione degli ordini verranno memorizzati 2 cookies. Questi cookie sono strettamente necessari e non possono essere disattivati.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi